Eventi Pro Loco Ostia Mare di Roma e del territorio

Panda Raid 2020 – In collaborazione con AGR

 COMUNICATO STAMPA

 La Pro Loco Ostia Mare di Roma, l’associazione culturale “AGR” e l’equipaggio di Ostia che ha partecipato al Panda Raid, rappresentato dal pilota Paolo Colasanti, che quest’anno aveva ricevuto il patrocino del X Municipio, hanno donato al Mercato sociale di via dell’Appagliatore prodotti alimentari e materiale didattico. 

 La Pro Loco Ostia mare di Roma, l’associazione culturale AGR e l’equipaggio di Ostia,
partecipante al Panda Raid, rappresentato dal pilota Paolo Colasanti, ha donato questa mattina, presso il box del Mercato Sociale di via dell’Appagliatore, un pacco di derrate alimentari e materiale didattico per le persone in difficoltà.

 La delegazione civica è stata accolta in Municipio dal presidente del X Municipio Giuliana Di Pillo, dall’assessore alla cultura e sport Silvana Denicolò, dal consigliere comunale Paolo Ferrara, dal presidente della Commissione sport X Municipio Vittorio Allegrini, da Carla Scarfagna direttore settore socio-educativo ed il suo staff che opera nel Mercato Sociale, dal consigliere municipale Fabrizio Mattei.

 “Tra le prime iniziative intraprese dalla Pro Loco Ostia Mare di Roma – ha detto Enzo Bianciardi del direttivo della Pro Loco – in collaborazione con l’associazione culturale “AGR”, è stata quella di privilegiare la solidarietà sociale verso i paesi africani, promuovendo una raccolta di derrate alimentari da distribuire alle popolazioni del Marocco, attraverso il sostegno e la partecipazione diretta ad un equipaggio di Ostia che ogni anno partecipa al “Panda Raid”. Per la diffusione del covid-19 la manifestazione (che doveva svolgersi a metà marzo) è stata annullata e l’auto è rimasta ferma in un parcheggio a Pavia. Solo quindici giorni fa è stato possibile riprendere l’auto. Tutti insieme abbiamo subito deciso di donare la raccolta solidale (circa 120 chili di derrate alimentari e materiale didattico) al Mercato Sociale del X Municipio, iniziativa che abbiamo sempre condiviso dalla sua istituzione”

 La presidente Giuliana Di Pillo, che ha accolto nella sala consiliare i cittadini ha ripercorso le tappe salienti della nascita e gli obiettivi del Mercato sociale:”E’ un’idea alla quale teniamo molto e che la nostra sindaca Virginia Raggi ha voluto replicare in altri Municipi. Dalla pandemia e da tutto il suo bagaglio di dolore e preoccupazioni è nata, infatti, una bella cosa: il mercato solidale dei cittadini, che ha bisogno di un continuo sostegno da parte della città. Nel momento più difficile abbiamo assistito all’impegno ed alla collaborazione di tutti, un impegno che non è mai mancato e che dura anche oggi ed il messaggio di solidarietà che arriva oggi dalla Pro Loco, dall’AGR e dal mondo dello sport e della cultura è particolarmente gradito”.

 Il Panda Raid

 Il Panda raid è una delle più affascinanti prove su lunga distanza “off road”, sei tappe su strade, piste e zone desertiche del Marocco, assimilabili alla formula Rally Raid e riservate alle auto d’epoca. Oltre 3 mila chilometri di sudore e fatica per l’equipaggio, composto da un pilota ed un navigatore-meccanico. Come evidenzia con chiarezza il nome, Panda Raid (giunto alla 12ma edizione) è riservato alle Fiat Panda normali a trazione anteriore e alle Panda 4×4, oltre alle Seat Marbella che venivano costruite su licenza in Spagna, purché prodotte prima del 2003.

 L’anno scorso un equipaggio italiano, è stato indiscusso protagonista, quello della coppia Paolo Colasanti ed Enrico Marasca del Team “XXX Zero” che a bordo di una fedele Fiat Panda Trekking 4×4 hanno sfiorato la vittoria e si sono classificati secondi a soli 4 secondi dal vincitore del Panda Raid 2019. Questa prestazione ha portato per la prima volta in 11 anni il Tricolore sul podio, distaccando gli altri 398 partecipanti alla gara appena conclusa. Quest’anno l’auto iscritta all’edizione 2020 poi annullata per la diffusione del covid-19 aveva ricevuto anche il patrocinio del X Municipio. Il Panda Raid però non è solo una grande sfida sportiva, è anche una straordinaria gara di solidarietà.

 Gli equipaggi in gara trasportano, infatti, pacchi alimentari che ad ogni tappa distribuiscono alle famiglie locali in difficoltà. Una gara di solidarietà all’interno di una gara sportiva, alla quale con Paolo Colasanti la Pro Loco ha scelto di collaborare, stavolta per vincere la prestigiosa gara, non solo sul piano sportivo ma soprattutto nel campo sociale, uno dei temi che la Pro Loco Ostia Mare di Roma vuole perseguire nella sua attività di promozione culturale del territorio.

Presentazione della convenzione stipulata con RomaNatura

COMUNICATO STAMPA

Municipio X, Secche di Tor Paterno
Ieva: “Uno scrigno di biodiversità da tutelare”

Roma, 28 febbraio – Una convenzione, un protocolo d’intesa che valorizza l’area marina protetta delle Secche di Tor Paterno, situate 5 miglia a largo tra Ostia e Torvaianica.
Di questo accordo tra l’Ente regionale RomaNatura Presente con il suo presidente Maurizio Gubiotti) e la Proloco Ostia Mare di Roma della quale è presidente Antonio Ricci, si è parlato questa mattina alla Casa del Mare del Borghetto dei Pescatori di Ostia, alla presenza, tra gli altri, del vice Presidente del Municipio X Alessandro Ieva che, con il suo intervento, oltre ad aver portato i saluti della Presidente Di Pillo e dell’intera Amministrazione lidense, ha voluto ribadire l’importanza di un ambito marino così prezioso ed unico nel suo genere.

“Parliamo di ambente – ha esordito Ieva – ed il nostro municipio si è adoperato sin dall’inizio per istituire un Osservatorio ambientale che potesse aiutare l’Amministrazione a svolgere il compito di promozione e di educazione culturale coinvolgendo associazioni e singoli cittadini. E recentemente, con l’iniziativa Mare in chiaro che si è tenuta alla Lipu, abbiamo tra l’altro parlato proprio dell’Area Marina protetta di Tor Paterno che oggi rappresenta uno scrigno di biodiversità per questo territorio, dove possiamo trovare varie specie di fauna e flora marina. Magnifici abitanti di questo luogo e nel contesto ambientale non possiamo non citare dell’avifauna, uno dei più importanti indicatori ecologici che ci dicono lo stato di salute del nostro territorio. Stiamo cercando di mettere in campo una serie di attività e siamo orgogliosi di aver istituito per la prima volta un codice etico volontario di osservazione dei cetacei in collaborazione tra l’altro con la Capitaneria di Porto. Raccontare di questo ambito marino – ha concluso Ieva – aumenta la consapevolezza in ogni cittadino che questo territorio ha un enorme potenziale dal punto di vista turistico e ambientale. Ecco perché plaudiamo all’iniziativa della Proloco che con questo protocollo d’intesa rafforza e contribuisce a tutelare l’area sommersa di delle Secche di Tor Paterno”.

Con l’accordo si intende avviare anche iniziative utili al recupero ed al mantenimento del valore ambientale e sociale dei parchi dell’Ente attraverso corsi, manifestazioni ed eventi.

Mare in Chiaro – Approfondimento su Flora e Fauna delle Secche di Tor Paterno

Visita guidata al parco archeologico di Ostia Antica

Cena di Natale al ristorante Village

Presentazione del libro “Ostia mille colori” del fotografo Pino Rampolla

Fiera del turismo di Rimini 2019

 

 

Per la prima volta alla Fiera del Turismo di Rimini si è parlato del Mare di Roma e sono state distribuite le brochure delle principali attrattive del Municipio di Ostia come il Parco Archeologico di Ostia Antica e della Tenuta di Castel Porziano, a cura della Commissione Attività produttive e Turismo del Municipio. Inoltre su un grande monitor è stato proiettato un video promozionale per tutto il periodo della fiera.

 

Riunione coordinamento provinciale Roma Pro Loco Lazio Ottobre 2019

Presentazione libro: “Dalle Mafie ai Cittadini”

Riunione coordinamento provinciale Roma Pro Loco Lazio Settembre 2019

Pro Loco Ostia Mare di Roma

Il nostro obiettivo è la valorizzazione dei settori strategici per lo sviluppo del territorio di Ostia: da quello turistico a quello culturale, da quello sociale ed eno-gastronomico alla preservazione e al recupero di beni architettonici come delle risorse ambientali, fino alla riscoperta delle tradizioni popolari e dei mestieri artigianali.

Contatti
Bisogno di Aiuto?